Negli ultimi decenni, la medicina ha fatto passi da gigante grazie all’innovazione tecnologica. Uno degli strumenti che ha rivoluzionato la diagnosi e il monitoraggio delle patologie cardiache è l’holter cardiaco. Tradizionalmente, l’holter cardiaco è stato un dispositivo fondamentale per monitorare l’attività elettrica del cuore su un periodo prolungato, solitamente 24-48 ore. L’holter a 12 derivazioni è una variante avanzata dell’holter convenzionale (generalmente a 3 derivazioni).
Ma cosa rende questo dispositivo così speciale e perché è considerato superiore rispetto agli holter tradizionali?

Cos’è un holter cardiaco a 12 derivazioni?

Un holter cardiaco a 12 derivazioni è un dispositivo portatile che registra l’attività elettrica del cuore utilizzando 12 punti di registrazione, simili a un elettrocardiogramma (ECG) standard, ma per un periodo prolungato, anche fino a 7 giorni consecutivi. Offre una valutazione tridimensionale più accurata dell’attività elettrica cardiaca.

I vantaggi dell’holter a 12 derivazioni

  1. Maggiore comfort per il paziente
    Nonostante la maggiore complessità tecnologica, gli holter a 12 derivazioni sono progettati per essere comodi da indossare. I dispositivi moderni sono leggeri, compatti e dotati di elettrodi adesivi che si fissano facilmente alla pelle, permettendo al paziente di svolgere tutte le normali attività quotidiane compresa la seduta di allenamento nel caso di soggetto sportivo.
  2. Aritmie cardiache
    L’holter a 12 derivazioni rileva e registra aritmie cardiache come tachicardie (battito cardiaco accelerato), bradicardie (battito cardiaco rallentato) ed extrasistolie (battiti che originano da zone anomale del cuore). Queste anomalie possono essere intermittenti e l’holter a lungo termine può catturare gli eventi aritmici e fornire un’analisi accurata.
  3. Ischemia miocardica
    L’holter a 12 derivazioni può evidenziare segni di ischemia, come alterazioni del segmento ST che possono indicare una compromissione del flusso sanguigno al cuore spesso a causa di un restringimento delle arterie coronarie.

Conclusioni

L’holter cardiaco a 12 derivazioni rappresenta una svolta nel campo del monitoraggio cardiaco, offrendo vantaggi significativi rispetto ai dispositivi tradizionali. La capacità di fornire una visione dettagliata e accurata dell’attività cardiaca, insieme alla comodità per il paziente, lo rendono una soluzione in grado di ottenere i massimi risultati in termini di accuratezza e affidabilità.
Presso il Centro De Ruvo, l’ECG Holter a 12 derivazioni è disponibile, ed il nostro team di specialisti in malattie dell’apparato cardio-vascolare è pronto ad accompagnarti nel percorso verso una diagnosi attenta e precisa. Prenota ora la tua visita.

Vuoi saperne di più?

Contatta il nostro team specializzato sul Metodo Mézières.

Lombalgie, cervicalgie, compressione dei dischi intervertebrali e relative radicolopatie, dolori posturali e muscolo-scheletrici: conosci il Metodo Mézières?

Attraverso la proposta di esercizi di respirazione, rilassamento, propriocezione guidata e allungamento muscolare all’interno della logica globale e sistemica, il Metodo Mézières insegna come “sentire” il proprio corpo, conoscere le “zone d’ombra”, sciogliere le tensioni e i conflitti muscolari, esplorare il movimento prodotto valutando le strategie possibili e acquistando fluidità ed economia nel gesto e nell’attitudine posturale.

Introdotti in progressione, i lavori di allungamento del sistema muscolare favoriscono il recupero di elasticità e il riequilibrio delle forze, con la conseguente risoluzione dei sintomi sostenuti dal cattivo utilizzo del corpo.

A differenza dello stretching, queste posture vengono mantenute per un tempo più lungo e associate alla respirazione: ciò permette di allungare anche il diaframma, muscolo motore della respirazione.

Quante volte ci è capitato durante uno sforzo (o in situazioni di forte dolore) di trattenere il respiro? L’apnea blocca la libera attività di questo muscolo, impedendo al soggetto di muovere bene il torace durante la respirazione e obbliga la colonna vertebrale lombare a inarcarsi e/o irrigidirsi.

Il Metodo Mézières insegna quindi come controllare tutti i compensi restituendo ai muscoli lunghezza, elasticità e forza. Le sedute di un’ora hanno frequenza settimanale, occorre anche sottolineare che il Metodo Mézières sia un ottimo strumento di prevenzione (e successivamente di mantenimento nel tempo) laddove non esistano ancora patologie cliniche conclamate, ma solo “dolori posturali”.

Presso il Centro De Ruvo, il nostro team di specialisti in medicina fisica e riabilitativa è pronto ad accompagnarti e guidarti con il Metodo Mézières.

Vuoi saperne di più?

Contatta il nostro team specializzato sul Metodo Mézières.

La salute e il benessere del nostro corpo sono di fondamentale importanza, e quando ci troviamo di fronte a problemi muscolo-scheletrici, è essenziale cercare l’aiuto giusto. Due professionisti che spesso vengono coinvolti in questo contesto sono l’ortopedico e il fisioterapista. Sebbene entrambi siano dedicati al miglioramento della salute muscolo-scheletrica, le loro funzioni, competenze e approcci sono distinti. In questo articolo, esploreremo le differenze tra ortopedici e fisioterapisti, e quando è consigliato consultare uno piuttosto che l’altro.

Vuoi saperne di più?

Prenota una visita con il nostro team di specialisti in ambito ortopedico e fisioterapico.

Il ruolo dell’ortopedico

L’ortopedico è un medico specializzato in ortopedia e traumatologia che tratta le patologie legate all’apparato muscolo-scheletrico, sia in seguito a traumi come fratture ossee, lesioni legamentose, sia infiammatorie e degenerative come artriti, artrosi, tumori ossei.

Il trattamento dell’ortopedico è spesso chirurgico, soprattutto nei traumi e nell’artrosi avanzata (protesi). Tuttavia, non tutte le situazioni richiedono un intervento chirurgico, e in molti casi vengono adottati approcci conservativi come terapie farmacologiche, infiltrazioni articolari e gestione del dolore.

Il ruolo del fisioterapista

Il fisioterapista, d’altra parte, è un professionista sanitario (non medico) laureato in fisioterapia che si occupa della riabilitazione attraverso l’esercizio terapeutico, le terapie manuali e le terapie fisiche.

Sia nel protocollo conservativo che soprattutto prima o dopo un intervento chirurgico il fisioterapista lavora in collaborazione con i pazienti per migliorare la mobilità, la forza muscolare, la flessibilità e ridurre il dolore e il gonfiore.

Quando consultare un ortopedico o un fisioterapista

La scelta tra un ortopedico e un fisioterapista dipende dalla natura del problema e dalla gravità dei sintomi. Se si sospetta una frattura, una lesione grave o una malattia articolare complessa, la consulenza di un ortopedico è assolutamente indispensabile. Tramite una visita clinica del paziente, e avvalendosi spesso anche di esami, come radiografie o risonanze magnetichel’ortopedico può fare una diagnosi corretta e prescrivere piani di trattamento appropriati, che possono includere sia opzioni conservative che interventi chirurgici. D’altra parte, se il problema è meno grave e richiede un approccio conservativo, la fisioterapia può essere la scelta giusta.

La collaborazione tra ortopedico e fisioterapista è la chiave per un completo percorso di recupero. Dopo una procedura chirurgica, ad esempio, il paziente può essere indirizzato al fisioterapista per ottimizzare il processo di riabilitazione.

Presso il Centro De Ruvo, sono presenti specialisti in ambito ortopedico e fisioterapico. Per conoscere tutti i servizi di medicina specialistica disponibili, consulta le pagine Medicina fisica e riabilitativa, Ortopedia e traumatologia e Ortopedia della colonna.

Contatti

info@centroderuvo.it

Telefono: +39 0322 230265

Fax: +39 0322 542829

Prenota visita

Orari dello studio

Lunedì - Venerdì dalle 8.00 alle 20.00

Via Monte Rosa 30, Paruzzaro (NO)

Dove siamo

Contatti

info@centroderuvo.it

Telefono: +39 0322 230265

Fax: +39 0322 542829

Prenota visita

Orari dello studio

Lunedì - Venerdì dalle 8.00 alle 20.00

Via Monte Rosa 30, Paruzzaro (NO)

Dove siamo
Dove siamo Chiama